martedì 17 dicembre 2013

Perchè il mio gatto è differente...

Nelle ultime settimane in casa Gamelli è stato possibile osservare un interessante e inusitato fenomeno: la lettiera del gatto, pulita e rinfrescata giornalmente dalle amorevoli ma assai stanche manine della sottoscritta, appariva perennemente piena.
Non vorrei addentrarmi in dettagli tecnici ma...proprio piena piena!
Del tipo che la sabbietta galleggiava in un mare di pipì.
La cosa mi stupiva perché  il nostro gatto non aveva mai prodotto una simile quantità di urina o, quantomeno, non l'aveva mai riversata così  copiosamente nella lettiera dato anche che, va detto, il felino ha la più  ampia autonomia di uscita e ha a disposizione tutta la valle come toilette di emergenza.
Mi sono lungamente interrogata sulle motivazioni di cotale cambio di rotta nonché spropositato aumento delle minzioni gattesche (diabete mellito? Problemi psicologici? Carenze affettive? Disturbi prostatici?) cercando di tenere il soriano sotto stretto e attento controllo.
Sono orgogliosa quindi di mettere a parte i miei fedelissimi lettori delle conclusioni a cui sono giunta.
Rassicuro tutti quanti, Grey gode di ottima salute ed è  in piena forma.. Le sue deiezioni non sono lo specchio di  problematiche di salute o di  turbe comportamentali.
Monitorando infatti la lettiera e il suo utilizzatore un altro fatto, decisamente singolare,  è  balzato dinnanzi ai miei occhi: la quantità  di tempo passata in casa dal nostro felino domestico era inversamente proporzionale alla quantità  di liquidi rinvenibili in serata,
Un giorno, addirittura, il gatto non era ancora stato fatto rientrare e la sua vaschetta già  traboccava.
Il giallo si è  fatto decisamente affascinante, come poteva il micio riempire la sua dotazione igienica a distanza?
...................................................................................................................................................................
No perché una povera e ancora ingenua madre di famiglia mica poteva pensare di sentire il suo secondogenito declamare gioiosamente "sono un gattino, sono un gattino, miao , miao" fare irruzione in bagno e sorprendere  il succitato giovane soggetto intento a zampillare NELLA LETTIERA DEL GATTO!
Povero Grey, accusato ingiustamente, la verità  ha finalmente trionfato!

2 commenti: